Santa Ottilia con calice e palma di legno - colorato a olio Visualizza ingrandito

Santa Ottilia con calice e palma di legno - colorato a olio

Nuovo prodotto

101,90 €

Articoli simili o correlati / varianti






Dettagli

S. Ottilia raffigurata con calice e palma - Dolfi scultori della Val Gardena

Nata cieca dalla famiglia del duca d'Alsazia Lord Aldaric (alias Etichon, alias Athich) e Bereswinda; poiché era una ragazza e disabile, la famiglia decise di eliminarla. Piuttosto che farla uccidere, fu data a una famiglia di contadini. Accolta da un convento all'età di dodici anni, riacquistò la vista dopo essere stata toccata dal crisma durante il suo battesimo da Sant'Erhard di Ratisbona.

Suo fratello la voleva indietro per usarla in un matrimonio combinato; quando seppe delle macchinazioni di suo figlio e della guarigione miracolosa di Odilia, suo padre si arrabbiò così tanto che colpì e uccise il fratello. Ottilia resuscitò il fratello, poi fuggì in convento per sfuggire al matrimonio. Suo padre la seguì, ma quando una montagna aprì una grotta per nasconderla, e poi gli caddero delle pietre addosso, rinunciò all'idea. Lei si unì all'abbazia e alla fine divenne badessa. Fondò l'abbazia di Hohenburg sul monte Odilienberg in Alsazia.
Si dice che sia tornata brevemente in vita per parlare alle sue sorelle della bellezza del paradiso e per fare la comunione un'ultima volta; fu sepolta in una cappella vicino alla chiesa del convento sull'Odilienberg

Nata: 660 circa a Oberheim nei Vosgi
Morta: 13 dicembre 720 a Niedermunster, Monte Sainte Odile, Germania per cause naturali
Memoriale: 13 dicembre