Santa Brigida o Brigitta con cero e libro - brunito 3 col. Visualizza ingrandito

Santa Brigida o Brigitta con cero e libro - brunito 3 col.

Nuovo prodotto

101,90 €

Articoli simili o correlati / varianti






Dettagli

Santa Brigida o Brigitta con cero e libro - Dolfi statue religiose vendita online; Santa Birgitta era la figlia di Lagman di Uppland, Birger Petersson e sua moglie, Ingeborg, che faceva parte dello stesso clan della famiglia regnante. La famiglia di Birgitta era pia; il padre andava a confessarsi ogni venerdì e faceva lunghi e difficili pellegrinaggi fino in Terra Santa.

La madre di Birgitta morì, lasciando Birgitta, dieci anni, Caterina, nove anni e un neonato, Israele. I bambini furono mandati dalla zia materna per essere educati e curati. Sembra che da bambina Birgitta avesse una visione onirica dell'Uomo dei Dolori. Questo sogno era molto vivido. Birgitta chiese a Lui chi glielo aveva fatto. La sua risposta: "Tutti coloro che disprezzano il mio amore". Il ricordo di questo sogno non ha mai lasciato Birgitta e può anche aver lasciato un segno indelebile nel suo subconscio. Come era consuetudine nel Medioevo, Birgitta si sposò all'età di 13 anni con un giovane, Ulf Gudmarsson, con il quale ebbe otto figli, quattro figlie e quattro figli, tutti sopravvissuti all'infanzia, e questo era molto raro in quel periodo.

Quando il re di Svezia Magnus Eriksson sposò Blanche di Namur, chiese alla sua parente Birgitta di venire a fare la dama di compagnia e di insegnare alla giovane regina la lingua e i costumi del suo nuovo paese. Dopo gli anni di servizio a Corte, Birgitta e Ulf fecero il lungo pellegrinaggio a Santiago di Compostela. Al ritorno Ulf si ammalò pericolosamente ad Arras. Birgitta teme per la sua morte e sta tutta la notte seduta accanto al suo letto a pregare, poi le appare un vescovo che le promette che Ulf si riprenderà e che "Dio ha grandi cose da farle fare". Le disse di essere Denis, patrono di Francia. Ulf si riprese e poté continuare il suo lavoro come Lagman nella provincia di Närke fino all'inizio dell'anno 1344, quando si ammalò gravemente, così Birgitta lo portò dai monaci di Alvastra dove morì e fu sepolto. Birgitta rimase in una casetta vicino all'abbazia e trascorse ore in preghiera vicino alla tomba di Ulf. Disse che "lo amava come il mio corpo". Organizzò i suoi affari tra i suoi figli e vari enti di beneficenza e pregò per avere una guida. Aveva 41 anni e nell'abbazia di Alvastra Dio la chiamava "sii la mia sposa e il mio canale". Le diede il compito di fondare un nuovo ordine religioso, soprattutto per le donne. Disse che gli altri ordini erano caduti in rovina e che questo nuovo ordine sarebbe stato un vigneto il cui vino avrebbe ravvivato la Chiesa. Le mostrò come doveva essere costruita la sua chiesa abbaziale, le diede indicazioni sul vestiario e sulle preghiere delle suore, 60 in tutto, che avevano bisogno di sacerdoti come cappellani, 13 sacerdoti, 4 diaconi e 8 fratelli laici. Queste due comunità dovevano essere governate da una badessa, che doveva rappresentare la Beata Vergine Maria insieme agli Apostoli nel Cenacolo di Gerusalemme.

Re Magnus Eriksson donò un piccolo palazzo e molte terre al nuovo monastero, ma quasi subito dopo aver iniziato a modificare il palazzo e a organizzare i lavori, Cristo le apparve e le chiese di andare a Roma e di aspettare lì finché non avesse ottenuto che il papa tornasse dalla Francia a Roma. Doveva essere lì durante l'Anno Santo 1350. Birgitta lasciò la Svezia alla fine del 1349 per non tornare più. Per il resto della sua vita ebbe visioni sulla riforma della Chiesa, messaggi a re e papi e a molte altre persone nelle alte sfere, indirizzandole a lavorare per la Chiesa. Si può notare che Birgitta non scrisse mai in prima persona. Diceva sempre che portava un messaggio di un altissimo Signore. Anche se desiderava ardentemente diventare suora, non ha mai visto il monastero di Vadstena. In realtà, nulla di ciò che si proponeva di fare era mai stato realizzato. Non fece mai tornare il papa a Roma in modo permanente, non riuscì mai a fare la pace tra la Francia e l'Inghilterra, non vide mai nessuna suora con l'abito che Cristo le aveva mostrato, e non tornò mai in Svezia, ma morì, vecchia signora logora e lontana da casa nel luglio 1373. Può essere chiamata la Patrona dei fallimenti. In questo era come il suo Signore. Fu anche classificata come fallita come appesa alla croce. Birgitta fu un fallimento di successo come fu canonizzata nel 1391. Birgitta fu l'unica donna che fondò un Ordine religioso, l'Ordo Santissimi Salvatoris. Non fu mai un doppio ordine, ma un ordine principalmente per donne con cappellani permanenti, governati da una badessa. I frati avevano come capo non un priore, ma un confessore generale che si occupava degli affari spirituali di entrambi i conventi.

L'ordine si diffuse rapidamente in tutta Europa, con monasteri dalla Scandinavia fino all'Italia. In tempi moderni si è ampliato in cinque diversi rami giuridicamente indipendenti: Spagna 1629, Roma 1911, U.S.A. 1970, Messico al cambio di secolo. Nessuna di queste fondazioni ha fratelli (eccetto gli U.S.A. che hanno un solo convento maschile). L'ultimo padre brigantino morì ad Alto Münster nel 1863. È la patrona della Svezia. La sua festa è il 23 luglio.