Santa Aldegonda di Maubeuge raffigurata con libro - brunito 3 col. Visualizza ingrandito

Santa Aldegonda di Maubeuge raffigurata con libro - brunito 3 col.

Nuovo prodotto

101,90 €

Articoli simili o correlati / varianti






Dettagli

Santa Aldegonda di Maubeuge raffigurata con libro - Dolfi statue di santi; Aldegundis di Maubeuge
Nome francese: Aldegonde
anche: Adelgundis, Baldegonde

Giorno della commemorazione cattolica: 30 gennaio
Calendario diocesano di Treviri
Rivelazione delle ossa: 6 giugno
Rimpatrio delle ossa: 10 giugno

Il nome significa: nobile in battaglia (Alto Tedesco antico)

Fondatore di un monastero e badessa a Maubeuge
nata circa 630 a Cousolre in Francia
30 gennaio c. 698

Aldegundis era figlia di Waldebertus I, reggente del clothar II nella zona di Sambre e della Mosa, e di sua moglie Bertilla, figlia del principe di Turinge. Fuggì dai genitori sotto l'influenza della sorella Waldetrudis quando la esortarono a sposarsi, e ricevette il velo come suora da Amandus al monastero di Hautmont. Alla sua investitura si dice che una colomba abbia posto il velo sul suo capo. Nel 661 fondò il doppio monastero di Malbodium - oggi Maubeuge - dove divenne la prima badessa. Una candela che è caduta e si è spenta mentre era impegnata in una conversazione spirituale con la sorella si è accesa da sola quando l'ha ripresa. Nel corso della sua vita le sono state concesse numerose visioni. Aldegundis morì di cancro e sua nipote Adeltrudis le successe come badessa.

Aldegundis fu sepolto a Cousolre. Le sue reliquie sono state portate a Maubeuge su iniziativa di Adeltrudis, e ora giacciono nella chiesa parrocchiale; una parte di esse è andata perduta durante la Rivoluzione Francese, e un'altra parte nel 1944, quando la chiesa fu distrutta durante la guerra. La venerazione di Aldegundis si diffuse rapidamente in Belgio, nel nord della Francia, sul Reno e fino alla Baviera; a Emmerich sul Basso Reno una chiesa le è dedicata da prima del 1060, in cui è conservata anche una piccola reliquia; anche la chiesa di Leverkusen-Rheindorf, menzionata per la prima volta in un documento del 1170, si trova sotto il suo patrocinio, così come la chiesa di Koslar - oggi quartiere di Jülich; il luogo St. Aldegund sulla Mosella porta il suo nome; sul Monte Staffelberg vicino a Bad Staffelstein nell'Alta Franconia è stata costruita per lei una chiesa nel Medioevo.

Patrono di Koslar; contro le malattie degli occhi, del seno e dei bambini, il cancro, il mal di testa, le ulcere, le infiammazioni, la febbre e la morte improvvisa; per i bambini che hanno difficoltà ad imparare a camminare.